Come la rete elettrica nazionale può influire sul funzionamento dell’impianto fotovoltaico (stacchi)?

La normativa italiana (CEI 021) prevede che tutti i generatori elettrici collegati alla rete debbano funzionare in un range di tensione fisso (per Monofase 230 V +/- 10%, per Trifase 400 V +/- 10 %) per evitare sbilanciamenti e per evitare di immettere tensione quando la rete è in black out (possibili interventi di manutenzione in corso). Tale range di tensione è garantito da contratto ad ogni punto di fornitura (abitazione) dal fornitore di corrente elettrica. Gli inverter fotovoltaici nel momento in cui “leggono” una tensione di rete fuori dal range hanno un sistema di protezione che ne impone lo “stacco” (spegnimento). In alcune particolari aree geografiche è possibile che la rete elettrica nazionale distribuisca energia a tensione fuori range (inferiori a 207 V o superiori a 253 V) e in questi casi l’inverter subisce diversi stacchi all’interno della giornata. L’unica soluzione al problema è quello di segnalare il disservizio al fornitore di energia e richiedere intervento del Distributore per il potenziamento della linea. Una volta certificati i valori di tensione errati l’intervento di potenziamento è obbligatorio entro 180 gg.

Fotovoltaico Accumulo dell'energia Impianti led Come risparmiare energia
profilo facebook di ElmecSolar profilo Houzz di ElmecSolar profilo Linkedin di ElmecSolar canale youtube di ElmecSolar
login

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o continuando la navigazione sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.